Summer school 2018 – Verso la costruzione condivisa del Snpa. L’ambiente vome volano per uno sviluppo sostenibile

Aggiornato il: 18 ottobre 2018 alle 9:30

 

VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL SNPA

L’AMBIENTE COME VOLANO PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE STRATEGICA E ORGANIZZATIVA

Summer school residenziale AssoARPA per l’Alta dirigenza del SNPA

Palermo 26, 27, 28 settembre 2018

Chiesa dei Santi Elena e Costantino – Piazza della Vittoria

Programma >

 

I materiali dell’evento :

 

 

 

Dalla sua costituzione nella nuova forma giuridica, l’Associazione tra le Agenzie regionali e provinciali per la protezione ambientale (AssoArpa) ha realizzato progressivamente un consistente lavoro di consolidamento dello spirito di collaborazione e di reciproca conoscenza tra le Agenzie, che ha portato nel breve volgere di un triennio ad ottenere molti risultati positivi ed importanti.

In particolare, si è consolidato il ruolo di AssoArpa nell’organizzazione dei momenti di formazione dedicati sia alle dirigenze strategiche che al personale tecnico e amministrativo delle Agenzie. Grazie al ruolo e al coordinamento di AssoArpa, la disponibilità di momenti formativi organizzati in condivisione tra più Agenzie è sicuramente aumentata, in risposta ad una crescente domanda di integrazione e di aggiornamento.

In questo contesto, la scuola estiva di formazione Summer School Assoarpa si è qualificata sin dall’inizio come un importante momento non solo formativo ma di coesione, volto alla realizzazione di un confronto annuale tra le Agenzie – e tra queste e gli interlocutori pubblici e privati – in un momento particolarmente importante in quanto coincidente con la costruzione del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, a seguito dell’approvazione della legge 132/2016.

Quest’anno il focus delle tre giornate di Palermo sarà sul ruolo dell’ambiente come volano dello sviluppo sostenibile.

È ormai di tutta evidenza che senza una rafforzata integrazione della dimensione ambientale nei settori economici per trattare alla fonte i problemi ambientali e senza una forte partecipazione ed impegno da parte dei cittadini e dei soggetti interessati, le traiettorie di sviluppo del nostro Pianeta rimarranno complessivamente non sostenibili, malgrado le nuove misure adottate a favore dell’ambiente.

Il futuro della politica ambientale deve pertanto essere visto nel più ampio contesto del perseguimento di obiettivi ambientali, sociali ed economici, in maniera coordinata e reciprocamente compatibile. Lo sviluppo sostenibile, ora consacrato come obiettivo dagli accordi internazionali e dai Trattati dell’Unione europea, deve mirare al benessere delle generazioni future in Europa e in tutto il mondo, in termini di prosperità economica, giustizia sociale e sicurezza, elevate norme ambientali e gestione razionale delle risorse naturali di base.

A Palermo, rappresentanti del mondo ambientale, della ricerca, delle università e del mondo imprenditoriale cercheranno di ragionare insieme su questi temi.